mercoledì 21 dicembre 2016

The OA: la serie più strana su Netflix.

Ragazzi aiutatemi, non so più in quale realtà viviamo.
Ho appena finito di vedere la serie tv The OA su Netflix.
La serie è la più strana che abbia mai visto su Netflix, molti critici non sanno come definirla paragonandola a serie tv come Stranger Things o Black Mirror ma fidatevi...è completamente diversa.
Questo è il genere che amo, quel genere che ti lascia con dubbi esistenziali che forse mai risolverai nella vita ma sono queste serie tv che non potrai mai dimenticare.
La trama è completamente assurda e strana apparte per i primi 4-5 episodi dove la trama sembra essere "normale" ma ovviamente tutto comicia a diventare soprannaturale.
Una ragazza cieca che scompare e dopo 7 anni ritorna con la vista e comincia a raccontare la sua storia ad un gruppo di 5 persone? Va bene, ci sta se non fosse per l'ultimo maledetto episodio.
La ragazza, di nome PA che in inglese OA, racconta a 5 persone di essere stata "catturata" e rinchiusa in una stanza sotto terra con altre 4 persone sottoposti ad esperimenti di uno scienziato che vuole scoprire cosa scampare alla morte.
PA si innamora di uno dei 4 ragazzi di nome Homer.
I ragazzi, compresa PA, hanno avute tutti esperienze pre-morte e per scappare devono eseguire i cosiddetti 5 movimenti che purtroppo non faranno mai.
Quindi PA vuole insegnare ai suoi "ascoltatori" i 5 movimenti per tornare da Homer, aprendo una realtà già esistente ma che nessuno può vedere.
Per non essere troppo lungo arriviamo all'ultima puntata dove si scopre che tutta la storia in realtà è una bugia e che la storia, i personaggi e i fatti sono stati presi dai libri come ad esempio Homer sarebbe il nome dello scrittore Omero.
Fare una recensione su questa serie è difficilissimo, è aperta a tantissime interpretazioni e siccome non sono un critico professionista, posso dare soltanto il mio punto di vista.
Tutto quello che abbiamo visto è per metà bugia e metà una storia vera, la morale è quella che conta.
I personaggi sono tutti ragazzi con problemi che affrontano la vita con tantissimi ostacoli e PA ha dato a questi ragazzi la volontà, la speranza, la forza a tal punto da restare uniti, facendo i 5 movimenti in un attacco terroristico nella loro scuola.
Nel finale, dopo i 5 movimenti fatti dai ragazzi, vediamo che un collaboratore scolastico si lancia contro il terrorista il quale spara proiettili a raffica, uno di questi colpisce PA che si trova dietro un vetro.
PA viene trasportata in ospedale in condizioni gravi, alla fine si suppone che sia morta dato che compare nell' aldilà pronunciando il nome di Homer.
Alla fine è successo quello che voleva PA, lei voleva tornare da Homer e l'unico modo per tornare era la morte, causata dai 5 movimenti dei ragazzi che hanno causato le condizioni per la sua morte.
Almeno questo è il mio punto di vista, ho cercato di collegare i pezzi di questa serie in un filo, a mio parere, logico.
Sono consapevole del fatto che abbia magari fatto degli errori nel collegare i fatti e che qualcuno la penserà in modo del tutto diverso ma questo è il bello, avere un'opinione diversa.
Questa serie rappresenta un nuovo genere, una storia banale ma che tutti seguono perché non ne possono fare a meno.
La storia è strana, contorta, i 5 movimenti sono delle mosse da idiota ma quello che conta sono i personaggi e gli eventi che sembrano reali ma in realtà non lo sono per niente.
Devo dire che questa serie è stata davvero fondamentale per Netflix anche per quel pubblico "diverso" che vuole contenuti nuovi, strani e che nessuno potrà mai dare una recensione giusta.
Questa serie va vissuta al pieno e la consiglio vivamente.
Spero in una seconda stagione ma purtroppo non riesco a concepire nessuna idea per un ritorno nella seconda stagione.

Nessun commento:

Posta un commento